CENTRALI TURBOGAS 12 ore, un cittadino, la prima vittima!
- di Antonio Carozza -



Poteva essere una giornata unica, ed irripetibile opportunità di Iorio per dimostrare di essere il presidente dei molisani, più gradito.
Davanti a lui aveva associazioni, comitati, giornalisti e cittadini molisani, li ha avuti per 12 ore, ha bruciato l'irripetibile opportunità!
che lo accompagnerà per tutta la costruzione della centrale Turbogas di Termoli fino alle prossime elezioni in cui gli stessi cittadini che aveva di fronte, daranno e faranno dare giudizi a colpi di voti elettorali.
E' stato come se non ci fossimo, in effetti più che il presidente che parla ai suoi cittadini, ci è parso di osservare ed ascoltare il sottosegretario di MARZANO. Che delusione! dopo 12 ore di attesa e a digiuno, il nostro presidente, non si era accorto di noi, o meglio c'era ma forse non ci ha visti, eppure eravamo in tanti. Neanche Pino Gallo ci ha visti, parlava di una commissione di Roma, noi eravamo convinti, che la commissione fossimo noi cittadini, e il suo elettorato. Neanche Pio Romano ci ha visti, per tutti i morti di tumori a Boiano, Spinete e dintorni pensavo fosse il più inca..., nei confronti di ulteriori fumi e centrali inquinanti nel Molise invece....!
Eppure, almeno io, che sono il più credulone aspettavo un atto di coraggio, di orgoglio, e di cultura di governo regionale che doveva così esprimersi: Preso atto del disturbo civile/sociale ed ambientale delle popolazioni molisane, giustificato dalle misteriose morti tumorali, le centrali Turbogas nel Molise non sono gradite, e per solo questo motivo non si fanno. Il presidente ha e hanno perso una grossa opportunità che li accompagnerà fino alle prossime elezioni.
Hanno agito, in modo contrario alla volontà popolare in genere, dei cittadini molisani e del loro stesso elettorato che non hanno mai votato in cambio di 7 centrali Turbogas, anzi forse non lo sapranno neanche. Sono prevalsi altri interessi economici, della nostra salute nessuno ne ha parlato neanche Pio Romano che conosce bene la Laterlite di Boiano, e i morti in quel' interland. I giornalisti? una decina di quelli che conosco, un solo piccolo articolo in terza pagina sul - Quotidiano del Molise- troppo poco per 12 ore di lavori. I più attenti e rapidi a riferire - Democrazia e Rinnovamento- e - @ltromolise.
Nel corso del Consiglio Regionale, io cittadino ho avuto l'impressione che l'opposizione era riuscita con interventi tecnicamente perfetti e motivati a convincere la maggioranza ad abbandonare le centrali Turbogas, che non vuole nessuno, si erano quasi convinti, che in effetti, non servono neanche a loro. Su questo stato d'animo emotivo che si era creato, e che regnava in sala, con estrema fretta bisognava subito votare, e senza alcuna esitazione, per giocare sull'effetto del clima emotivo che si era riusciti a creare fino a quel momento, per effetto dei "micidiali" interventi dei consiglieri. Invece anzichè cogliere l'attimo favorevole e a volo, Di Stasi accetta una riunione con i capi gruppi in altra sala, da 30 minuti diventano 90 minuti, e la maggioranza torna rivitalizzata e con la "trappola" per scaricare responsabilità e avere l'appiglio e la giustificazione per dire di no.
Da parte mia un incauto incontro, nella peggiore delle ipotesi avrebbero detto sempre no, ma l'atto favorevole va colto al volo esistono solo 30 secondi di tempo per concludere, dopo il nemico si rianima ed è tutta una rincorsa in salita, senza futuro. Tanto dovevo per giustificare le mie 12 ore.
* Antonio Carozza, un cittadino!